Browsing Category

Europa

santorini


VIEW POST

View more
Europa Grecia

Cartoline da Santorini, romantica isola del Mediterraneo

By
on
25/09/2017

Santorini è tra le isole più belle della Grecia, famosa soprattutto per i suoi tramonti spettacolari e per l’alea di magia e mistero che la circonda.

L’isola, di origine vulcanica, deve la sua particolare forma a “mezza luna” all’esplosione del cratere (caldera).

Abbiamo avuto il piacere di visitare Santorini nel giugno 2016, per festeggiare il nostro secondo anniversario di matrimonio

santorini_greece
Vista sulla Caldera
santorini-greece
Case immerse nel verde

KAMARI

Dopo cinque indimenticabili giorni trascorsi alla scoperta di questa meravigliosa isola, abbiamo accumulato una quantità “notevole” di scatti, oltre a tantissimi piacevoli  ricordi.

Base del nostro soggiorno è stata Kamari, un piccolo villaggio situato a sud-est, non molto lontano dall’aeroporto e famoso per la sua particolare spiaggia di sabbia nera.

La nostra scelta è caduta su Kamari per ragioni pratiche, avendo un bimbo di un anno alle prese con le prime esperienze motorie, la possibilità di accedere al mare dalla spiaggia (seppur di sassolini!)  rispetto allo strapiombo sulla caldera (che caratterizza il lato ovest dell’isola), è stato il fattore determinante.

 

Altra nota positiva di Kamari è il lungomare, ricco di negozi, bar, ristorantini con annesso stabilimento balneare, per una mattinata di relax in spiaggia,  nonchè centro d’interesse per i più giovani, di notte, con i suoi locali – discoteche e  night clubs.

santorini_grecia
La spiaggia rossa
santorini
Architettura locale
santorini_greece
Tipiche costruzioni bianche e blu

FIROSTEFANI

Firostefani è un piccolo villaggio a nord di Fira, capoluogo di Santorini, ormai annesso all’abitato di Fira.

Da non perdere  è la Chiesetta della Vergine di Agios Theodoris, molto suggestiva, con la facciata gialla ed il particolare campanile a 3 campane.

santori
Firostefani
caldera
Passeggiata sulla Caldera
santorini
Una bellissima chiesetta

IMEROVIGLI

A mio parere, il villaggio più suggestivo e romantico è Imerovigli.

Costruito sulla cima della caldera, Imerovigli vanta un panorama mozzafiato sui vulcani.

Dopo una breve passeggiata lungo le vie del villaggio, abbiamo deciso di cenare all’Astra Suites Hotel and Restaurant per goderci una cena con tramonto.

Inutile dire che lo spettacolo è stato straordinario, le foto, credo parlino da sole!

Dal nostro tavolo, circondati da ottime pietanze e sorseggiando dell’ottimo vino locale, abbiamo goduto di un posto in prima fila sul magico tramoto di Santorini

santorini
Astra suites
santorini
Il tramonto dal nostro tavolo
Il tramonto di Santorini

OIA

Oia è la cittadina più famosa di tutta l’isola.

E’, infatti, rinomata in tutto il mondo per i suoi tramonti, ed ogni sera, centinaia di turisti, provenienti da ogni parte dell’isola, si accalcano nei punti panoramici della città per assistere allo spettacolare tuffo del sole nel blu del mar Egeo.

Purtroppo, non possiamo condividere con voi le foto scattate ad Oia, poichè la tata di Jacopo ha deciso di allegerirci, portandoci via tra le tante, troppe cose, (materiali e non), anche la nostra Nikon completa di SD

Tramonto sulla Caldera

SUGGERIMENTI

Concludendo, le nostre proposte per un’indimenticabile soggiorno a Santorini sono :

  • Visitare il museo Archeologico di Thira
  • Godere di una cena al tramonto ad Imerovigli
  • Visitare Oia
  • Percorere la strada dal vecchio porto di Santorini alla cittadina di Fira a cavallo di un asino
  • Visitare la Spiaggia Rossa ad Akrotiri
  • Assaggiare assolutamente la purea di fave di Santori
Panorama meraviglioso
santorini_grecia
Le caratteristiche stradine
santorini_sea
Panorami mozzafiato
tarvisio_montagna_summer


VIEW POST

View more
Europa Friuli Venezia Giulia Italia

Tarvisio e la montagna in estate!

By
on
01/09/2017

Tarvisio

L’estate, per me, ha sempre significato mare, spiagge bianche ed odore di salsedine; quest’anno, complice il caldo torrido di luglio e le (non molto velate) pressioni di mio marito, abbiamo deciso di trascorrere 10 giorni in quota, a Tarvisio nella splendida cornice del Friuli Venezia Giulia.

Che dire, sono bastati due giorni per abbattere ogni muro di diffidenza sulla montagna quale meta turistica estiva! E’ stata, in definitiva, una vacanza ricca di emozioni e avventure formato famiglia.

La valle del Tarvisiano è bellissima, particolarmente ricca di attività ricreative e luoghi da visitare; inoltre, da non sottovalutare, la posizione strategica a pochi passi  dalla Slovenia (Lubiana e Lago di Bled) e dall’Austria.

Tarvisio

Il Rifugio Zacchi

In primo luogo, abbiamo deciso di testare la nostra indole da esploratori cimentandosi con  il percorso CAI per raggiungere il rifugio alpino Zacchi.

Quindi, partendo da Tarvisio, ci siamo diretti, in auto, ai Laghi di Fusine, sino al parcheggio del Lago Superiore.

Da lì parte una stradina, molto dolce, senza salite che termina con un bivio: da un lato,  una larga strada di ghiaia, utilizzata anche dalle auto per raggiungere il rifugio, dall’altro, il percorso nel bosco, più breve, ma anche più impegnativo.

Inutile dire quale dei due percorsi il mio dolce maritino ha suggerito di percorrere!! 

Il percorso CAI

La Salita

In breve, con mia grande gioia  (finta!) ci siamo addentrati nel percorso boschivo confidando nel fatto che potesse essere semplice e non eccessivamente impervio, considerata anche la presenza di Jacopo, 2 anni e mezzo appena e alla sua prima esperienza da escursionista.

Devo ammettere, però, che il piccolo di casa ha sconvolto non solo noi, ma anche gli altri escursionisti incrociati, perché è riuscito a percorrere l’intero sentiero da solo, con gioia ed entusiasmo e senza la minima esitazione, anzi, in più di un’occasione mi ha rimproverata per essermi fermata a riposare. 

L'instancabile Jacopo

Al di là della mia scarsa attitudine montana, il percorso CAI, completamente all’ombra, perchè protetto da una foresta di alberi altissimi e verdissimi,  offre dei paesaggi suggestivi, in un crescendo emotivo, che trova l’apice al raggiungimento del rifugio.

Piccola cascata lungo il percorso

Il Monte Mangart

Per concludere, giunti alla meta,  l’esigenza di fermarsi qualche minuto (non solo per riprendere le forze) ma per contemplare la bellezza della natura intorno a sè è inevitabile. Lo sguardo è catturato dalla magnificenza del Mangart , la montagna alta 2,677 m, quarta vetta più alta delle Alpi Giulie, posta al confine con la Slovenia.

Il Mangart
Jacopo al termine del percorso CAI

La Discesa

Dopo aver rinfrancato la mente ed il cuore, abbiamo offerto ristoro anche al corpo, occupando uno dei tavolini esterni del rifugio, per prendere una bibita ghiacciata, ed un piatto di pasta al ragù, per Jacopo.

Dopo un’ora, abbiamo deciso di ritornare al lago inferiore  percorrendo questa volta la strada di ghiaia; il piccolo di casa a metà strada ha indicato lo zaino portabebè sulle spalle del papà, rimasto vuoto durante l’ascesa,  ed ha deciso di fare il passeggero fino a valle.

Il Rifugio Zacchi

I Laghi di Fusine

I Laghi di Fusine sono uno dei luoghi più affascinanti del Friuli Venezia Giulia; due laghi alpini circondati da boschi di conifere, con abeti rossi, abeti bianchi e faggi. 

Il Lago Superiore,situato a 929 metri slm, ha una profondità massima di 10 metri ed una superficie di 9 ha, mentre il Lago Inferiore, collocato a 924 metri slm, ha una profondità massima di 25 metri ed una superficie di 13,5 ha.

In breve, qui la natura fa da protagonista ed è d’obbligo rilassarsi  sui prati che circondano i laghi, osservando i paesaggi bucolici e le placide anatre che nuotano, indisturbate, nelle loro acque verde smeraldo.

Relax al Lago
Il paesaggio bucolico
Il Lago inferiore

Monte Lussari

Altra tappa imperdibile nel Tarvisiano, inoltre,  è il Monte Lussari, fortunatamente per me, raggiungibile attraverso la telecabina che in 10/15 minuti ti fa percorrere gli 800mt di dislivello comodamente seduta e senza sforzo.

Il Monte Lussari è, dunque,  un gioiello di incomparabile bellezza naturalistica sul quale sorge un piccolo borgo che si sviluppa intorno al Santuario che accomuna il ceppo etnico slavo, italiano e tedesco.

Sul luogo nel 1360 fu edificata una chiesetta, oggi meta di pellegrinaggi; ma la zona è meta ideale anche per gli appassionati di sport. Gli amanti dello sci, infatti, possono arrivare sulla vetta del monte da cui parte la Pista Di Prampero, che offre una delle più emozionanti discese della regione.

Monte Lussari
Panorami Mozzafiato

Orrido della Slizza

Tre giorni dopo l’escursione al Rifugio Zacchi, e dopo che ogni singolo muscolo del mio lato B ha smesso di dolermi, abbiamo deciso di percorrere il sentiero Orrido dello Slizza;questo sentiero gradinato e protetto da passamano  segue il cammino disegnato dal fiume Slizza.

Sin dal primo tratto si possono ammirare le bellezze naturali costituite dalle rocce calcaree erose dall’azione dell’acqua, dalla variegata vegetazione ricca di mille sfumature e dalle acque del torrente, che qui assumono un’incantevole colorazione verde. 

Il sentiero
Il fiume Slizza

Superate le passerelle si scende lievemente fino alla riva del fiume e successivamente si risale fino ad incontrare una galleria scavata a mano.

Da questo punto, inoltre, si può ammirare il sovrastante ponte ferroviario in ferro della vecchia linea Tarvisio – Lubiana, dismessa oramai da moltissimi anni. Il ponte, alto 63 metri fino al pelo dell’acqua è percorribile grazie ad una passerella pedonale.

Continuando la salita all’interno del bosco si raggiunge in breve tempo Via Bamberga, punto di partenza.

Incantevole colore delle acque

Il Fontanone di Goriuda

Il sito di maggior interesse dell’intera valle è, a mio avviso il Fontanone di Goriuda, a Chiusaforte (UD).

Il fontanone si trova nel Parco Naturale delle Prealpi Giulie ed è raggiungibile percorrendo un sentiero agevole e breve (circa 15min di cammino) al termine del quale si raggiunge la grotta, e, quindi, la maestosità della cascata.

Seguendo il sentiero che parte dalla staccionata, dunque, possiamo andare all’interno della caverna, dietro la cascata, e lo spettacolo è assicurato. 

 

Il Fontanone di Goriuda
La cascata

Il Lago del Predil

A circa 10 Km da Tarvisio si trova il Lago del Predil, un idilliaca conca, un tempo ghiacciato che offre la possibilità ai numerosi visitatori di passare una giornata piacevole e rilassante, grazie anche alla presenza di uno stabilimento balneare che fornisce una zona spiaggia ed attrezzature nautiche quali barche, pedalò o canoe, oltre a giochi per bambini e ad una scuola di windsurf.

Infine, se avete intenzione di passare una giornata al Lago del Predil vi consiglio di ritagliare un’oretta da dedicare all’escursione alle Miniere di Cave del Predil per un’esperienza unica ed affascinante.

Il Lago del Predil
1,2,3...splash!!!

La miniera di Raibl

La miniera di Raibl è stata per secoli una delle più importanti miniere europee di piombo e zinco. Chiusa nel 1990, oggi è diventata il Parco internazionale geominerario di Raibl, monumento alla memoria del lavoro operaio e meta turistica.

La vecchia miniera era costituita da un reticolo di 120 km di gallerie disposte su 19 livelli, che scendevano fino a 520 m di profondità. Ora è possibile visitare alcuni degli spazi al suo interno, percorrendo parte delle gallerie a piedi o a bordo di un trenino elettrico. 

Per la visita è consigliato un abbigliamento invernale, la temperatura in miniera, infatti, si aggira intorno ai 6-9° C tutto l’anno ed il tasso di umidità è del 98%, un microclima ideale per chi soffre di asma o di malattie polmonari. Recentemente, infatti, un medico di Udine sta cercando di ottenere il via libera per lo sfruttamento della miniera a beneficio di pazienti con problemi respiratori!

Cypress - Bolgheri


VIEW POST

View more
Europa Italia Toscana

Volterra e Bolgheri tra borghi antichi e vigneti

By
on
07/08/2017

Toscana Medievale

Pierluigi, Jacopo ed io, abbiamo trascorso due giorni alla scoperta di due “gioiellini” della Toscana : Volterra e Bolgheri.

Al confine tra la Val di Cecina e la Val d’Era,  si trova Volterra, una antica città di origine Etrusca

Volterra
Il centro storico

Volterra

Volterra conserva intatto il tipico stile del borgo medievale.

Volterra
Il borgo medievale

Cuore di questa perla  è Piazza dei Priori, da cui si dipanano vicoli e viuzze testimonianza ancora vivida di un tempo passato.

Palazzo dei Priori
Perdersi tra le viuzze di Volterra

Infine, non si può parlare di Volterra senza pensare all’alabastro, artigianato artistico unico al mondo. Non potrete andar via da qui senza un ninnolo acquistato in una delle tante botteghe che si trovano  per le vie del centro.

Uno dei tanti ristorantini di Bolgheri

Bolgheri

Il nostro viaggio nella Toscana medievale prosegue alla scoperta di Bolgheri il cui nome deriva da un insediamento militare di Bulgari, alleati dei Longobardi.

Oggi Bolgheri è un prezioso borgo circondato da vigneti e boschi

Passeggiando per Bolgheri

Perfetta cornice per una romantica cena o per una passeggiata rilassante nella campagna Toscana, il piccolo borgo medievale reso immortale da Giosuè Carducci, vi trasmetterà emozioni di “altri tempi”.

Meraviglioso, inoltre,  è il percorso iniziale attraverso il famoso Viale dei Cipressi; la via che conduce a Bolgheri è costeggiata da alti cipressi secolari che terminano proprio di fronte al Castello di Bolgheri.

Il viale dei cipressi
Il castello di Bolgheri

Ma Bolgheri è soprattutto famosa nel mondo per i suoi vini : Ornellaia, Sassicaia, Tua Rita, Tenuta Argentiera, Guado al Tasso, sono solo alcune delle più rinomate cantine locali.

Non potrete dire di essere stati a Bolgheri senza aver gustato un calice di ottimo vino!

Cheers!!!!

Vicoli di Bolgheri
Lake Bled


VIEW POST

View more
Europa Slovenia

Una giornata al Lago di Bled in un meraviglioso scenario da fiaba

By
on
30/07/2017

Un paesaggio fiabesco

Il lago di Bled è un lago di origine glaciale delle Alpi Giulie situato nel nord ovest della Slovenia ed immerso in uno scenario fantastico, tra boschi e montagne incontaminate tipici delle fiabe.

L'isola di Bled
La chiesetta

L’acqua è di un incredibile  verde smeraldo, nitidissima e ricca di pesci. Sono assolutamente vietate le barche a motore!

Inoltre, si può agevolmente fare il giro del lago ed ammirare in pieno un paesaggio idilliaco, da cartolina.

L'acqua cristallina

Occorre all’incirca 1 ora, 1 ora e mezza per fare il giro del lago, lungo circa 2 km e largo 1,30 km.

La profondità massima del lago è di 30,6 metri ed il fondale viene spesso esplorato da sommozzatori.

Il castello
Il cigno

Al centro del lago sorge una piccola isola, l’isola di Bled, l’unica isola naturale della Slovenia.

Sull’isola sorgono diversi edifici, tra cui la Chiesa di S. Maria Assunta.

L’isolotto si può raggiungere a nuoto, noleggiando una barca, o con la Pletna, un’imbarcazione tradionale nota solo a Bled

Una barca a remi
La tradizionale Pletna

Infine,  punto migliore per osservare il lago è senza ombra di dubbio il Castello, il più antico della Slovenia, che si erge su di una ripidissima ed imponente rupe 130 mt sopra lo specchio del lago.

Per maggiori informazioni sulla Slovenia e sui luoghi da visitare vi rimando al mio precedente articolo dedicato alla sua capitale : Lubiana

Relax al Lago di Bled
La città di Lubiana


VIEW POST

View more
Europa Slovenia

Lubiana: una giornata a spasso in una delle più verdi capitali europee

By
on
27/07/2017

Lubiana

Lubiana/Ljubliana, capitale e città più grande della Slovenia, è considerata una delle capitali più verdi e vivibili d’Europa

Il centro storico di Lubiana
Il fiume

Il centro storico

Il traffico è interdetto in tutto il centro storico, permettendo così, a ciclisti e pedoni di godere in pieno delle bellezze della città che si sviluppa intorno al fiume Ljubljanica.

Vi consiglio di fermarvi per una piacevole pausa ristoratrice in uno dei numerosi caffè o bistrot del centro.

Ristoranti e caffetterie del centro
Passeggiando lungo il fiume

Il Castello

Tappa imprescindibile nella visita della capitale della Slovenia è il castello, situato su di una collina e da cui si può ammirare l’intera città.

L’intera struttura è oggi adibita a museo, e per i più romantici si presta anche a meravigliosa location per i matrimoni.

Il castello è raggiungibile attraverso una funivia (scelta consigliata per chi come noi viaggia con dei bimbi) o attraverso una piacevole passeggiata.

Il castello di Lubiana
La funicolare

Simbolo della città di Lubiana è il Drago, che troverete in ogni forma e colore presso i tanti negozietti della città.

Il Drago di Lubiana

La sensazione che si vive percorrendo le vie della città è di vivere in una città particolarmente giovane e viva.

Lubiana è non solo un’interessante meta turistica, ma soprattutto un’ottima città in cui vivere e lavorare, non a caso, pare che  il nome Lubiana significhi “amata/adorata”.

Se avete in mente un viaggio in Slovenia, non dimenticate di includere una visita al Lago di Bled, cui ho dedicato un appostito post!

Shoefiti
Scarpe volanti