Il Tarvisiano – Summer in Tarvisio

Tarvisio-fvg-mountains

Tarvisio

L’estate, per me, ha sempre significato mare, spiagge bianche ed odore di salsedine; quest’anno, complice il caldo torrido di luglio e le (non molto velate) pressioni di mio marito, abbiamo deciso di trascorrere 10 giorni in quota, a Tarvisio nella splendida cornice del Friuli Venezia Giulia.

Che dire, sono bastati due giorni per abbattere ogni muro di diffidenza sulla montagna quale meta turistica estiva! E’ stata, in definitiva, una vacanza ricca di emozioni e avventure formato famiglia.

La valle del Tarvisiano è bellissima, particolarmente ricca di attività ricreative e luoghi da visitare; inoltre, da non sottovalutare, la posizione strategica a pochi passi  dalla Slovenia (Lubiana e Lago di Bled) e dall'Austria.

Summer for me has always meant:  sea, white beaches and scent  of salty air. This year, in spite of the hot July and the (blatant) pressure from my husband, we decided to spend 10 days in Tarvisio, the northeastern part of the Friuli Venezia Giulia region in Italy.

Well, it took two days to break every wall of mistrust on the mountain as a summer tourist destination! It was a holiday full of emotions and family adventures.

The Tarvisiano Valley is beautiful, particularly rich in recreational activities, places to visit; last but not least, the proximity to the Slovenia (Ljubljana and Bled Lake) and Austria, which allows for short "foreign get-aways".

 

tarvisio-fvg-mountains-montagna-verde-green

Zacchi Alpine Hut

In primo luogo, abbiamo deciso di testare la nostra indole da esploratori cimentandosi con  il percorso CAI per raggiungere il rifugio alpino Zacchi.

Quindi, partendo da Tarvisio, ci siamo diretti, in auto, ai Laghi di Fusine, sino al parcheggio del Lago Superiore.

Da lì parte una stradina, molto dolce, senza salite che termina con un bivio: da un lato,  una larga strada di ghiaia, utilizzata anche dalle auto per raggiungere il rifugio, dall’altro, il percorso nel bosco, più breve, ma anche più impegnativo.

Inutile dire quale dei due percorsi il mio dolce maritino ha suggerito di percorrere!! 

In the first place we decided to face the mountain adventure and test our exploration soul reaching  the Zacchi Alpine hut.

Starting from Tarvisio, we headed by car toward the Fusine Lakes, specifically, to the large Lake Superior car park.

From there a small road unwinds, a very gentle, unassuming trail that ends with a crossroads: on the one hand, a walk on a large gravel road, also used by cars to reach the refuge, on the other, a path through the woods, shorter, but also more challenging.

Needless to say which of the two routes my sweet hubby suggested to take!!

 

sentiero-zacchi-cai-bosco-trail-trees

La Salita - The Ascent

In breve, con mia grande gioia  (finta!) ci siamo addentrati nel percorso boschivo confidando nel fatto che potesse essere semplice e non eccessivamente impervio, considerata anche la presenza di Jacopo, 2 anni e mezzo appena e alla sua prima esperienza da escursionista.

Devo ammettere, però, che il piccolo di casa ha sconvolto non solo noi, ma anche gli altri escursionisti incrociati, perché è riuscito a percorrere l’intero sentiero da solo, con gioia ed entusiasmo e senza la minima esitazione, anzi, in più di un'occasione mi ha rimproverata per essermi fermata a riposare. 

In short, with my great joy (fake!) we went into the forest path confiding in the fact that it would be simple and not excessive, considering the presence of Jacopo, our 2.5 years old and, like his mom, at his first hiking experience.

I must admit that the little man has impressed not only the two of us, but also the other cross-country travelers. He joyfully and without hesitation walked the entire time,  reproaching mom (more than once) for stopping to rest.

sentiero-zacchi-cai-bosco-trail-trees-rocks

Al di là della mia scarsa attitudine montana, il percorso CAI, completamente all’ombra, perchè protetto da una foresta di alberi altissimi e verdissimi,  offre dei paesaggi suggestivi, in un crescendo emotivo, che trova l’apice al raggiungimento del rifugio.

After all, c ontrary to my being a poor mountain person, the CAI route, completely  shaded, because protected by a lush forest of very tall, green trees, in sharp contrast to the patchy blue sky  offers evocative landscapes

 

sentiero-zacchi-cai-bosco-trail-cascata-fall

Mt. Mangart

Per concludere, giunti alla meta,  l’esigenza di fermarsi qualche minuto (non solo per riprendere le forze) ma per contemplare la bellezza della natura intorno a sè è inevitabile. Lo sguardo è catturato dalla magnificenza del Mangart , la montagna alta 2,677 m, quarta vetta più alta delle Alpi Giulie, posta al confine con La Slovenia.

In brief once there, the need to stop for a few minutes (not only to catch my breath) to contemplate the beauty of nature around it is inevitable. The magnificence of Mt. Mangart is eye catchy , standing at 2,677 m, makes it the fourth highest peak in the Julian Alps bordering with Slovenia.

 

tarvisio-zacchi-cai-bosco-trail-trees-montagne-mountains

tarvisio-sentiero-zacchi-trail-trees-mountain-montagna

La Discesa - The Descent

Dopo aver rinfrancato la mente ed il cuore, abbiamo offerto ristoro anche al corpo, occupando uno dei tavolini esterni del rifugio, per prendere una bibita ghiacciata, ed un piatto di pasta al ragù, per Jacopo.

Dopo un'ora, abbiamo deciso di ritornare al lago inferiore  percorrendo questa volta la strada di ghiaia; il piccolo di casa a metà strada ha indicato lo zaino portabebè sulle spalle del papà, rimasto vuoto durante l’ascesa,  ed ha deciso di fare il passeggero fino a valle.

After restoring our minds and soul, we also offered  rest to the body, occupying one of the outside tables of the shelter, to have an ice-cold drink, and a plate of pasta with ragù for Jacopo.

So, quenched and refreshed by the park, we decided to return to the lower lake, this time by way of the gravel road; Halfway down the road our baby boy felt asleep, but fortunately we had Ferrino's baby-carrier backpack with us and Pierluigi was able to put Jacopo back on his shoulder!

tarvisio-rifugio-zacchi-cai-ristoro

The Fusine Lakes

I Laghi di Fusine sono uno dei luoghi più affascinanti del Friuli Venezia Giulia; due laghi alpini circondati da boschi di conifere, con abeti rossi, abeti bianchi e faggi. 

Il Lago Superiore,situato a 929 metri slm, ha una profondità massima di 10 metri ed una superficie di 9 ha, mentre il Lago Inferiore, collocato a 924 metri slm, ha una profondità massima di 25 metri ed una superficie di 13,5 ha.

In breve, qui la natura fa da protagonista ed è d’obbligo rilassarsi  sui prati che circondano i laghi, osservando i paesaggi bucolici e le placide anatre che nuotano, indisturbate, nelle loro acque verde smeraldo.

The Fusine Lakes are one of the most fascinating places in Friuli Venezia Giulia; These  two alpine lakes are surrounded by coniferous woods, with red and white firs.

Lake Superior, located at 929 meters above sea level, has a maximum depth of 10 meters and an area of ​​9 ha, while Lake Inferiore, located at 924 meters above sea level, has a maximum depth of 25 meters and an area of ​​13.5 ha .

Here nature is the protagonist and it is imperative to relax on the lawns surrounding them, watching the bucolic landscapes and the placid ducks swimming undisturbed  in their emerald green waters.

 

tarvisio-fvg-laghi-fusine-lakes

tarvisio-fvg-laghi-fusine-lakes-trees-alberi

tarvisio-fvg-laghi-fusine-lakes-cascate-falls

Monte Lussari

Altra tappa imperdibile nel Tarvisiano, inoltre,  è il Monte Lussari, fortunatamente per me, raggiungibile attraverso la telecabina che in 10/15 minuti ti fa percorrere gli 800mt di dislivello comodamente seduta e senza sforzo.

Il Monte Lussari è, dunque,  un gioiello di incomparabile bellezza naturalistica sul quale sorge un piccolo borgo che si sviluppa intorno al Santuario che accomuna il ceppo etnico slavo, italiano e tedesco.

Sul luogo nel 1360 fu edificata una chiesetta, oggi meta di pellegrinaggi; ma la zona è meta ideale anche per gli appassionati di sport. Gli amanti dello sci, infatti, possono arrivare sulla vetta del monte da cui parte la Pista Di Prampero, che offre una delle più emozionanti discese della regione.

Another stop not to be missed in the Tarvisiano is Monte Lussari, fortunately for me, reachable through the cable car that takes you through 800mt of altitude  in 10/15 minutes, effortlessly and comfortably seated.

Monte Lussari is a jewel of incomparable natural beauty on which stands a small hamlet that develops around the shrine, common to the Slavic, Italian and German ethnic strains.

The little church built on the site in 1360 is today a place of pilgrimage; But the area is also ideal for sports lovers. 

 

tarvisio-fvg-lussari-monte-mountain-sky

lussari-tarvisio-fvg-muntagna-mountain

Orrido della Slizza

Tre giorni dopo l’escursione al Rifugio Zacchi, e dopo che ogni singolo muscolo del mio lato B ha smesso di dolermi, abbiamo deciso di percorrere il sentiero Orrido dello Slizza;questo sentiero gradinato e protetto da passamano  segue il cammino disegnato dal fiume Slizza.

Sin dal primo tratto si possono ammirare le bellezze naturali costituite dalle rocce calcaree erose dall’azione dell’acqua, dalla variegata vegetazione ricca di mille sfumature e dalle acque del torrente, che qui assumono un’incantevole colorazione verde. 

Three days after the excursion to the Rifugio Zacchi, and after every single muscle on my B side has stopped hurting, we decided to go along the sloping Orrido Slizza path, a footpath that is protected by hand-rails  going down into the beech and Red spruce forest  and follows the sinuous path etched by the  Slizza  river. Already in this first section you can admire the natural beauty of the limestone rocks eroded by the action of the water, the varied vegetation enriched with thousands of coloured nuances and by the enchanting green hue of the water.

 

tarvisio-fvg-orrido-slizza-branberga-fiume-river-canyon

tarvisio-fvg-orrido-slizza-branberga-fiume-river-canyon-water

Superate le passerelle si scende lievemente fino alla rivadel fiume e successivamente si risale fino ad incontrare una galleria scavata a mano.

Da questo punto, inoltre, si può ammirare il sovrastante ponte ferroviario in ferro della vecchia linea Tarvisio – Lubiana, dismessa oramai da moltissimi anni. Il ponte, alto 63 metri fino al pelo dell’acqua è percorribile grazie ad una passerella pedonale.

Continuando la salita all’interno del bosco si raggiunge in breve tempo Via Bamberga, punto di partenza.

Once passed the gangways the road goes down slightly to the water's edge and then goes up to meet a man made cave.

From here you can admire the iron rail bridge over the old Tarvisio - Ljubljana railway  which has been abandoned for many years. The bridge, 63 meters high up to the water's edge, is accessible via a pedestrian walkway.

Continuing the trek within the spruce and beech forest you are shortly back to the starting point.

tarvisio-fvg-orrido-slizza-branberga-fiume-river-canyon-water-rocks

Goriuda Fountain

Il sito di maggior interesse dell'intera valle è, a mio avviso il Fontanone di Goriuda, a Chiusaforte (UD).

Il fontanone si trova nel Parco Naturale delle Prealpi Giulie ed è raggiungibile percorrendo un sentiero agevole e breve (circa 15min di cammino) al termine del quale si raggiunge la grotta, e, quindi, la maestosità della cascata.

Seguendo il sentiero che parte dalla staccionata, dunque, possiamo andare all'interno della caverna, dietro la cascata, e lo spettacolo è assicurato. 

 

The most interesting site of the entire Valley, in my opinion, is the Goriuda Fountain, in Chiusaforte (UD).

The Fountain is in the Natural Park  of the Julian PreAlps and is reachable through a short and easy walk (15 minutes at most) at the end of which you reach a grotto and the breathtaking waterfall.

Following the path from the wooden fence you can enter the cave and find yourself on the other side of the falling cascade, for sure  treat.  

fonatanone-goriuda-fall-chiusaforte

fontanone-goriuda-fall-chiusaforte-trees

The Predil Lake

A circa 10 Km da Tarvisio si trova il Lago del Predil, un idilliaca conca, un tempo ghiacciato che offre la possibilità ai numerosi visitatori di passare una giornata piacevole e rilassante, grazie anche alla presenza di uno stabilimento balneare che fornisce una zona spiaggia ed attrezzature nautiche quali barche, pedalò o canoe, oltre a giochi per bambini e ad una scuola di windsurf.

Infine, se avete intenzione di passare una giornata al Lago del Predil vi consiglio di ritagliare un’oretta da dedicare all’escursione alle Miniere di Cave del Predil per un’esperienza unica ed affascinante.

About 10 Km from Tarvisio lies the Predil Lake, an idyllic basin  once iced, offering the numerous visitors an opportunity to  spend a pleasant and  relaxing day thanks to the bathing establishment with a beach area,  boats,  canoes and a windsurfing school.

In addition, if you are planning to spend a day at Lago del Predil, I recommend you cut out time for the Cave del Predil Mines for a unique and fascinating experience.

tarvisio-fvg-lago-predil-lake-landscape

tarvisio-lago-predil-lake

The Raibl Mine

La miniera di Raibl è stata per secoli una delle più importanti miniere europee di piombo e zinco. Chiusa nel 1990, oggi è diventata il Parco internazionale geominerario di Raibl, monumento alla memoria del lavoro operaio e meta turistica.

La vecchia miniera era costituita da un reticolo di 120 km di gallerie disposte su 19 livelli, che scendevano fino a 520 m di profondità. Ora è possibile visitare alcuni degli spazi al suo interno, percorrendo parte delle gallerie a piedi o a bordo di un trenino elettrico. 

Per la visita è consigliato un abbigliamento invernale, la temperatura in miniera, infatti, si aggira intorno ai 6-9° C tutto l’anno ed il tasso di umidità è del 98%, un microclima ideale per chi soffre di asma o di malattie polmonari. Recentemente, infatti, un medico di Udine sta cercando di ottenere il via libera per lo sfruttamento della miniera a beneficio di pazienti con problemi respiratori!

The Raibl mine has  been one of the most important European lead and zinc mines for centuries. Closed in 1990, today it has become the Raibl Geominerary International Park, memorial in memory of miners and now tourist destination.

The old mine was made up of 120 km of tunnels arranged on 19 levels, down to 520 m in depth. Now you can visit some of the spaces inside, walking along some of the tunnels on foot or on an electric train.

Wearing winter clothing is recommended at all times, since the temperature in the mine is around 6-9 ° C yearround and  humidity is 98%, an ideal microclimate for asthma sufferers or lung diseases. Recently, in fact, a doctor from Udine  is trying to get the nihil obstat for exploiting the mine for the benefit of patients with respiratory problems due to allergies and/or asthma!

Commenti

  1. Ladytice

    Fantastiche queste foto ❤️❤️❤️❤️ amo il paesaggio della montagna ❤️❤️❤️❤️ bellissimo il reportage e amo questi racconti 😍😍bravissima 😍

    1. Autore
      del Post
  2. Luca

    Fare delle escursioni in posti cosi fa bene a tutto. Sicuramente poter ammirare la bellezza di un ambiente cosi meraviglioso è di grande importanza. Io che amo molto lo sport oltre alla natura adoro avventurarmi in queste escursioni perchè amo sudare e reputo le escursioni una bellissima forma di attività fisica. Complimenti per le foto perchè sono fantastiche.

    1. Autore
      del Post
      Ema

      Grazie, condivido il tuo pensiero rispetto alle escursioni ed allo sport all’aria aperta!! mi fa piacere ti piacciano le foto!

  3. Luca Rajna

    Sono nettamente anche io per la montagna, Emanuela. Bellissime le fotografie, ma la cosa più bella è pensare quanto sia stato emozionante l’esordio escursionistico per Jacopo.

    1. Autore
      del Post
  4. Dasynka

    In primo luogo ti faccio i miei complimenti per questi scatto, sono incredibili e meravigliosi! E sembra davvero un posto magico, io non sono mai stata in montagna e ho la stesso perplessità che avevi tu, ma dovró ricredermi 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.