Tarvisio e le sue ottime ragioni per scegliere la montagna in estate!

Tarvisio-fvg-mountains

This post is also available in: itItaliano enEnglish

Tarvisio

L’estate, per me, ha sempre significato mare, spiagge bianche ed odore di salsedine; quest’anno, complice il caldo torrido di luglio e le (non molto velate) pressioni di mio marito, abbiamo deciso di trascorrere 10 giorni in quota, a Tarvisio nella splendida cornice del Friuli Venezia Giulia.

Che dire, sono bastati due giorni per abbattere ogni muro di diffidenza sulla montagna quale meta turistica estiva! E’ stata, in definitiva, una vacanza ricca di emozioni e avventure formato famiglia.

La valle del Tarvisiano è bellissima, particolarmente ricca di attività ricreative e luoghi da visitare; inoltre, da non sottovalutare, la posizione strategica a pochi passi  dalla Slovenia (Lubiana e Lago di Bled) e dall'Austria.

tarvisio-fvg-mountains-montagna-verde-green
Tarvisio

Il Rifugio Zacchi

In primo luogo, abbiamo deciso di testare la nostra indole da esploratori cimentandosi con  il percorso CAI per raggiungere il rifugio alpino Zacchi.

Quindi, partendo da Tarvisio, ci siamo diretti, in auto, ai Laghi di Fusine, sino al parcheggio del Lago Superiore.

Da lì parte una stradina, molto dolce, senza salite che termina con un bivio: da un lato,  una larga strada di ghiaia, utilizzata anche dalle auto per raggiungere il rifugio, dall’altro, il percorso nel bosco, più breve, ma anche più impegnativo.

Inutile dire quale dei due percorsi il mio dolce maritino ha suggerito di percorrere!! 

sentiero-zacchi-cai-bosco-trail-trees
Il percorso CAI

La Salita

In breve, con mia grande gioia  (finta!) ci siamo addentrati nel percorso boschivo confidando nel fatto che potesse essere semplice e non eccessivamente impervio, considerata anche la presenza di Jacopo, 2 anni e mezzo appena e alla sua prima esperienza da escursionista.

Devo ammettere, però, che il piccolo di casa ha sconvolto non solo noi, ma anche gli altri escursionisti incrociati, perché è riuscito a percorrere l’intero sentiero da solo, con gioia ed entusiasmo e senza la minima esitazione, anzi, in più di un'occasione mi ha rimproverata per essermi fermata a riposare. 

sentiero-zacchi-cai-bosco-trail-trees-rocks
L'instancabile Jacopo

Al di là della mia scarsa attitudine montana, il percorso CAI, completamente all’ombra, perchè protetto da una foresta di alberi altissimi e verdissimi,  offre dei paesaggi suggestivi, in un crescendo emotivo, che trova l’apice al raggiungimento del rifugio.

sentiero-zacchi-cai-bosco-trail-cascata-fall
Piccola cascata lungo il percorso

Il Monte Mangart

Per concludere, giunti alla meta,  l’esigenza di fermarsi qualche minuto (non solo per riprendere le forze) ma per contemplare la bellezza della natura intorno a sè è inevitabile. Lo sguardo è catturato dalla magnificenza del Mangart , la montagna alta 2,677 m, quarta vetta più alta delle Alpi Giulie, posta al confine con la Slovenia.

tarvisio-zacchi-cai-bosco-trail-trees-montagne-mountains
Il Mangart

tarvisio-sentiero-zacchi-trail-trees-mountain-montagna
Jacopo al termine del percorso CAI

La Discesa

Dopo aver rinfrancato la mente ed il cuore, abbiamo offerto ristoro anche al corpo, occupando uno dei tavolini esterni del rifugio, per prendere una bibita ghiacciata, ed un piatto di pasta al ragù, per Jacopo.

Dopo un'ora, abbiamo deciso di ritornare al lago inferiore  percorrendo questa volta la strada di ghiaia; il piccolo di casa a metà strada ha indicato lo zaino portabebè sulle spalle del papà, rimasto vuoto durante l’ascesa,  ed ha deciso di fare il passeggero fino a valle.

tarvisio-rifugio-zacchi-cai-ristoro
Il Rifugio Zacchi

I Laghi di Fusine

I Laghi di Fusine sono uno dei luoghi più affascinanti del Friuli Venezia Giulia; due laghi alpini circondati da boschi di conifere, con abeti rossi, abeti bianchi e faggi. 

Il Lago Superiore,situato a 929 metri slm, ha una profondità massima di 10 metri ed una superficie di 9 ha, mentre il Lago Inferiore, collocato a 924 metri slm, ha una profondità massima di 25 metri ed una superficie di 13,5 ha.

In breve, qui la natura fa da protagonista ed è d’obbligo rilassarsi  sui prati che circondano i laghi, osservando i paesaggi bucolici e le placide anatre che nuotano, indisturbate, nelle loro acque verde smeraldo.

tarvisio-fvg-laghi-fusine-lakes
Relax al Lago

tarvisio-fvg-laghi-fusine-lakes-trees-alberi
Il paesaggio bucolico

tarvisio-fvg-laghi-fusine-lakes-cascate-falls
Il Lago inferiore

Monte Lussari

Altra tappa imperdibile nel Tarvisiano, inoltre,  è il Monte Lussari, fortunatamente per me, raggiungibile attraverso la telecabina che in 10/15 minuti ti fa percorrere gli 800mt di dislivello comodamente seduta e senza sforzo.

Il Monte Lussari è, dunque,  un gioiello di incomparabile bellezza naturalistica sul quale sorge un piccolo borgo che si sviluppa intorno al Santuario che accomuna il ceppo etnico slavo, italiano e tedesco.

Sul luogo nel 1360 fu edificata una chiesetta, oggi meta di pellegrinaggi; ma la zona è meta ideale anche per gli appassionati di sport. Gli amanti dello sci, infatti, possono arrivare sulla vetta del monte da cui parte la Pista Di Prampero, che offre una delle più emozionanti discese della regione.

tarvisio-fvg-lussari-monte-mountain-sky
Monte Lussari

lussari-tarvisio-fvg-muntagna-mountain
Panorami Mozzafiato

Orrido della Slizza

Tre giorni dopo l’escursione al Rifugio Zacchi, e dopo che ogni singolo muscolo del mio lato B ha smesso di dolermi, abbiamo deciso di percorrere il sentiero Orrido dello Slizza;questo sentiero gradinato e protetto da passamano  segue il cammino disegnato dal fiume Slizza.

Sin dal primo tratto si possono ammirare le bellezze naturali costituite dalle rocce calcaree erose dall’azione dell’acqua, dalla variegata vegetazione ricca di mille sfumature e dalle acque del torrente, che qui assumono un’incantevole colorazione verde. 

tarvisio-fvg-orrido-slizza-branberga-fiume-river-canyon
Il sentiero

tarvisio-fvg-orrido-slizza-branberga-fiume-river-canyon-water
Il fiume Slizza

Superate le passerelle si scende lievemente fino alla riva del fiume e successivamente si risale fino ad incontrare una galleria scavata a mano.

Da questo punto, inoltre, si può ammirare il sovrastante ponte ferroviario in ferro della vecchia linea Tarvisio – Lubiana, dismessa oramai da moltissimi anni. Il ponte, alto 63 metri fino al pelo dell’acqua è percorribile grazie ad una passerella pedonale.

Continuando la salita all’interno del bosco si raggiunge in breve tempo Via Bamberga, punto di partenza.

tarvisio-fvg-orrido-slizza-branberga-fiume-river-canyon-water-rocks
Incantevole colore delle acque

Il Fontanone di Goriuda

Il sito di maggior interesse dell'intera valle è, a mio avviso il Fontanone di Goriuda, a Chiusaforte (UD).

Il fontanone si trova nel Parco Naturale delle Prealpi Giulie ed è raggiungibile percorrendo un sentiero agevole e breve (circa 15min di cammino) al termine del quale si raggiunge la grotta, e, quindi, la maestosità della cascata.

Seguendo il sentiero che parte dalla staccionata, dunque, possiamo andare all'interno della caverna, dietro la cascata, e lo spettacolo è assicurato. 

 

fonatanone-goriuda-fall-chiusaforte
Il Fontanone di Goriuda

fontanone-goriuda-fall-chiusaforte-trees
La cascata

Il Lago del Predil

A circa 10 Km da Tarvisio si trova il Lago del Predil, un idilliaca conca, un tempo ghiacciato che offre la possibilità ai numerosi visitatori di passare una giornata piacevole e rilassante, grazie anche alla presenza di uno stabilimento balneare che fornisce una zona spiaggia ed attrezzature nautiche quali barche, pedalò o canoe, oltre a giochi per bambini e ad una scuola di windsurf.

Infine, se avete intenzione di passare una giornata al Lago del Predil vi consiglio di ritagliare un’oretta da dedicare all’escursione alle Miniere di Cave del Predil per un’esperienza unica ed affascinante.

tarvisio-fvg-lago-predil-lake-landscape
Il Lago del Predil

tarvisio-lago-predil-lake
1,2,3...splash!!!

La miniera di Raibl

La miniera di Raibl è stata per secoli una delle più importanti miniere europee di piombo e zinco. Chiusa nel 1990, oggi è diventata il Parco internazionale geominerario di Raibl, monumento alla memoria del lavoro operaio e meta turistica.

La vecchia miniera era costituita da un reticolo di 120 km di gallerie disposte su 19 livelli, che scendevano fino a 520 m di profondità. Ora è possibile visitare alcuni degli spazi al suo interno, percorrendo parte delle gallerie a piedi o a bordo di un trenino elettrico. 

Per la visita è consigliato un abbigliamento invernale, la temperatura in miniera, infatti, si aggira intorno ai 6-9° C tutto l’anno ed il tasso di umidità è del 98%, un microclima ideale per chi soffre di asma o di malattie polmonari. Recentemente, infatti, un medico di Udine sta cercando di ottenere il via libera per lo sfruttamento della miniera a beneficio di pazienti con problemi respiratori!

Commenti

  1. Ladytice

    Fantastiche queste foto ❤️❤️❤️❤️ amo il paesaggio della montagna ❤️❤️❤️❤️ bellissimo il reportage e amo questi racconti 😍😍bravissima 😍

    1. Autore
      del Post
  2. Luca

    Fare delle escursioni in posti cosi fa bene a tutto. Sicuramente poter ammirare la bellezza di un ambiente cosi meraviglioso è di grande importanza. Io che amo molto lo sport oltre alla natura adoro avventurarmi in queste escursioni perchè amo sudare e reputo le escursioni una bellissima forma di attività fisica. Complimenti per le foto perchè sono fantastiche.

    1. Autore
      del Post
      Ema

      Grazie, condivido il tuo pensiero rispetto alle escursioni ed allo sport all’aria aperta!! mi fa piacere ti piacciano le foto!

  3. Luca Rajna

    Sono nettamente anche io per la montagna, Emanuela. Bellissime le fotografie, ma la cosa più bella è pensare quanto sia stato emozionante l’esordio escursionistico per Jacopo.

    1. Autore
      del Post
  4. Dasynka

    In primo luogo ti faccio i miei complimenti per questi scatto, sono incredibili e meravigliosi! E sembra davvero un posto magico, io non sono mai stata in montagna e ho la stesso perplessità che avevi tu, ma dovró ricredermi 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.