Browsing Tag

comunismo

Europa Tips&Tricks Ungheria

Budapest sul grande schermo!

By
on
15/01/2018

Budapest è una città magica e sensazionale, ed offre dei panorami unici nel loro genere.

Il segreto del suo fascino sta nella diversità; in essa, infatti, convivono ben tre città diverse.

Per maggiori informazioni e consigli  sulla capitale dell’Ungheria vi rimando allo specifico post “Budapest: cosa vedere in 2 giorni“.

Non deve, dunque, sorprendere che Budapest appaia spesso in film e serie televisive, passando da produzioni storiche o in costume, a contemporanei film di spionaggio.

Ogni anno in Ungheria  vengono girati oltre 250 film stranieri, un numero altissimo per l’Europa centrale.

Durante l’era comunista, il blocco orientale forniva ai registi occidentali luoghi esotici e condizioni di lavoro economiche, mentre l’afflusso di valuta occidentale rendeva l’accordo economico appetibile per la dittatura.

È per questo motivo che Barbablù  (1972) con Richard Burton è stato girato a Budapest. Nel 1974, Woody Allen ha usato l’Opera House e le strade del Castello di Buda per il suo film Amore e Guerra

Altri film degni di nota sono entrambe le versioni del Fantasma dell’Opera, prodotte e girate a Budapest.

Nel 1996, Il Teatro dell’Opera e le stradini nelle vicinanze sono state trasformate in Buenos Aires per girare il film/musical “Evita” con Madonna ed Antonio Banderas.

In Spy game (2001), Robert Redford ha insegnato a Brad Pitt le tattiche della Guerra Fredda a un tavolo che si affaccia sul Hotel Astoria, mentre in Munich di Steven Spielberg (2005) le strade di Budapest sono state trasformate in Londra, Parigi, Roma  per inseguire i terroristi durante le Olimpiadi di Monaco del 1972.

La modifica della legge sui film nel 2004 ha dato un’ulteriore spinta all’industria cinematografica locale con uno sconto del 20% sulle imposte.

La crescente competizione per le produzioni cinematografiche in Europa centrale dagli anni ’90 ha visto Praga come il principale concorrente, ma Bucarest, Belgrado e Sofia hanno anche aderito alla competizione negli ultimi dieci anni, il che ha portato ad un ulteriore sconto (25%) nel 2014.

Diversi nuovi studi cinematografici sono stati costruiti nella regione di Budapest, oltre a Mafilm di proprietà statale. 

Budapest è tornata sul grande schermo nel 2016 con Tom Hanks, Felicity Jones e Omar Sy nell’adattamento cinematografico del romanzo di Dan Brown, Inferno.

La fama di Budapest quale location perfetta, non si limita ai soli film.

Nel 1985, per uno dei videoclip musicali più famosi del decennio, Money for Nothing, i Dire straits hanno girato alcune scene con Elso Emelet durante un tour a Budapest.

Nel 2010 Katy Perry accese fuochi d’artificio all’Astoria e al Palazzo Reale per la sua canzone Fireworks.

Per concludere, una piccola curiosità, lo sapevate che la casetta del mulino bianco utilizzata negli spot pubblicitari con Antonio Banderas si trova proprio alla periferia di Budapest?